OpenShot Video Editor: tutte le (importanti) novità della versione 2.5.0

OpenShot Video Editor: tutte le (importanti) novità della versione 2.5.0

OpenShot è uno dei migliori programmi open source per l’editing di video presente in circolazione e di recente ha ricevuto un importante aggiornamento, arrivando alla versione 2.5.0.

Tra i vari miglioramenti introdotti, citiamo:

  • Supporto per l’accelerazione hardware.
    L’introduzione di questo supporto è ancora in fase sperimentale, tuttavia è una funzionalità comoda soprattutto per chi non vuole fare affidamento solo sulla CPU quando deve editare progetti pesanti, perché parallelamente ne va delle prestazioni del proprio computer. Nella pratica la GPU può essere anche utilizzata per codificare/decodificare i dati video quando lavori con file video.
  • Naturalmente supporta anche l’importazione ed esportazione di file da Final Cut Pro e Premiere nei formati EDL e XML;
  • Generazione di miniature migliorata.
    Questo miglioramento è di fondamentale importanza per chi quotidianamente utilizza editor video, infatti, nelle versioni precedenti di OpenShot persisteva il bug di avere delle miniature molto fragili, causato dal fatto che se si voleva spostare la cartella o anche rinominarla, le miniature risultavano spezzate e alcune di queste erano mancanti. Questo problema è stato risolto generando le anteprime del video utilizzando un server HTTP locale, che permette di controllare più posizioni delle cartelle e rigenerare le miniature mancanti;
  • Supporto Blender 2.8.
    Finalmente OpenShot supporta il nuovo formato “.blend”;
  • Ripristino dei salvataggi precedenti e miglioramento del backup automatico.
    Sappiamo quanto sia doloroso perdere il progetto a cui si sta lavorando dopo averlo per sbaglio cancellato. Questo però non accadrà più perché, prima di ogni salvataggio, una copia dell’intero progetto “.osp” verrà copiata in una cartella di ripristino.
  • Ancora, sono stati risolti diversi problemi come la compatibilità del formato SVG, l’esportazione e la modifica dei dati dei fotogrammi chiave e la finestra di anteprima ora risulta ridimensionabile.
  • Inoltre, per gli utenti interessati alla privacy, OpenShot non invia più dati di utilizzo a meno che tu non scelga di condividerli con loro, spuntandone il consenso.

Per ulteriori informazioni, visita il sito web ufficiale OpenShot

Fonte: itsfoss.com; omgubuntu.co.uk; wiki.ubuntu-it.org