La trasformazione digitale in azienda parte dalla "cultura aziendale"

La trasformazione digitale in azienda parte dalla “cultura aziendale”

di Sam Dickinson.

La tecnologia ha senza dubbio un ruolo centrale nel processo di trasformazione digitale, ma anche le innovazioni tecnologiche più all’avanguardia rappresentano solo il punto di partenza da cui cogliere nuove opportunità.

La tecnologia crea le premesse per il cambiamento, ma sono le persone a renderlo possibile.

È qui che entra in gioco la tua cultura organizzativa. Il tipo di collaborazione presente all’interno di un team determina il modo in cui i suoi membri utilizzano gli strumenti e questo viene stabilito dai dirigenti. Ecco perché i leader sono così importanti per il successo della trasformazione digitale.

Per scoprire come creare una cultura improntata all’innovazione, ho parlato con Thomas Davies, fondatore e CEO di Temporall, una società di analisi delle culture aziendali incentrata sull’acquisizione di informazioni organizzative attraverso i dati.

Scegli la strada giusta verso il cambiamento

La creatività può nascere da qualsiasi fonte. Tuttavia, nelle aziende più affermate la creatività può entrare in conflitto con una mentalità più tradizionale, restia a correre rischi, che predilige l’efficienza e l’ottimizzazione rispetto alle idee innovative, alla sperimentazione e all’apprendimento.

Le persone hanno bisogno di essere autorizzate e incoraggiate a dedicare tempo allo sviluppo delle proprie competenze, ed è qui che entrano in gioco i leader.

Incentivare l’apprendimento e motivare le persone a intraprendere un percorso di miglioramento è cruciale per creare un cambiamento.

Secondo Davies, le culture aziendali tradizionali possono ostacolare una mentalità innovativa, ma anche piccoli cambiamenti nell’approccio seguito dai responsabili può fare una grossa differenza.

Richiedere il parere su un processo è uno dei modi migliori per rendere possibile l’innovazione”, spiega. “Chiedere alle persone cosa funziona e cosa no è un modo semplice per accendere la scintilla dell’innovazione“.

Trasmetti la cultura

Davies considera essenziale anche la trasparenza e sottolinea che i leader devono avere una visione chiara e facilmente comprensibile. “Per prima cosa, questo significa dire alle persone cosa devono fare e perché“, continua. “Quindi, illustra chiaramente quali sono i valori duraturi a cui i team devono ispirarsi per cambiare nella direzione che vuoi“.

L’aspetto più importante è che quella visione deve rispecchiarsi nel comportamento dei leader. Essere un modello da seguire per il cambiamento ha un effetto amplificatore che contribuisce a rendere efficace la trasformazione. “Un leader deve apparire autentico“, sostiene Davies. “Questo aspetto è fondamentale per un programma di cambiamento complesso come la trasformazione digitale“.

Il cambiamento reale trascende ogni singolo individuo

Una cultura organizzativa ben radicata deve durare nel tempo. “Per incorporare davvero la trasformazione nella mentalità, i dirigenti devono trattare il processo come un’iniziativa strategica“, spiega Davies. “Questo significa non limitarsi a trasmettere valori e comportamenti, e implica una visione a lungo termine“.

Per riuscirci, le organizzazioni devono predisporre processi e sistemi in grado di rafforzare l’innovazione. Se si creano le strutture giuste, si dimostra chiaramente che i dirigenti sono ben disposti alla condivisione delle idee. Questi processi possono essere anche molto semplici, come la creazione di un modello per consentire ai colleghi di proporre idee, ad esempio durante presentazioni settimanali in cui ciascuno può condividere i propri progetti. Queste iniziative non solo promuovono la trasparenza, ma aiutano anche le persone a sentirsi coinvolte.

Secondo Davies, il segreto di un cambiamento culturale sistemico consiste nel renderlo un’abitudine. “La trasformazione dipende da elementi che si rafforzano dall’interno“, mi ha detto. “Nel mondo aziendale dinamico dei nostri giorni, in cui il talento è più mobile rispetto al passato, è importante creare un sistema che faccia meno affidamento sugli individui“.

Tre mosse che portano a un cambiamento culturale

Ciascun leader si trova in una fase diversa del processo di trasformazione, ma secondo Davies, tutti i dirigenti sono chiamati ad affrontare tre aree di carattere pratico per favorire una cultura dell’innovazione all’interno della propria organizzazione:

  1. Riconosci i rischi calcolati, lascia che le persone li corrano e premiale per questo. Il chiarimento dei concetti di innovazione, miglioramento e apprendimento rafforza quella sicurezza psicologica che fa sentire autorizzati a sperimentare e dare il proprio contributo senza paura di sbagliare.
  2. Spiega con chiarezza l’importanza del cambiamento culturale che vuoi creare. Attraverso un efficace piano di comunicazioni interne, fai sapere a tutti che si tratta di un elemento cruciale della tua strategia aziendale.
  3. Elabora processi in grado di valorizzare l’innovazione e la creatività in tutta l’azienda, dai requisiti per le assunzioni alle valutazioni delle prestazioni.

Fai spazio all’innovazione, sii un modello da seguire per ottenere i cambiamenti che ti interessano e crea strutture idonee a farli durare nel tempo. Per garantire il successo della trasformazione digitale, ci vuole un team. E spetta ai leader offrire ai membri del team l’assistenza di cui hanno bisogno per sentirsi coinvolti.

Sam Dickinson
Head of Behavioural Innovation, Google Digital Academy
Sam Dickinson lavora nel mondo dell’innovazione aziendale da oltre 15 anni e dirige le iniziative di Google nell’ambito della trasformazione dei clienti nell’area EMEA.

fonte: thinkwithgoogle.com

La trasformazione digitale in azienda parte dalla "cultura aziendale"