Ecco come Firefox 88 combatte gli abusi sulla privacy

Il rilascio della versione 88 di Firefox include una nuova importante funzionalità che preserva la privacy degli utenti.

Con questa nuova limitazione imposta da Firefox, i tracker non sono più in grado di abusare della proprietà window.name per tracciare gli utenti attraverso i siti web.

Dalla fine degli anni 90, la maggior parte dei browser web ha reso disponibile la proprietà window.name come luogo in cui memorizzare i dati.
Peccato che i dati memorizzati in window.name siano stati autorizzati dalle regole del browser standard a trapelare tra i siti web, consentendo in questo modo ai tracker di indentificare gli utenti e di spiare l’intera cronologia di navigazione.

Nel dettaglio, questa proprietà persisteva per tutta la vita di una scheda, il che significa che quando un utente passava da un sito a un altro il valore nella proprietà window.name rimaneva e i dati di un sito potevano essere letti da un altro senza il suo consenso.
Grazie a questo escamotage, le società di monitoraggio hanno abusato di questa proprietà per far trapelare informazioni e allo stesso tempo i siti dannosi sono stati in grado di osservare il contenuto di window.name per raccogliere informazioni private sugli utenti.
Nessun timore, perché a riguardo Firefox (ma anche altri web browser), per evitare quindi potenziali perdite di dati, cancellerà la proprietà window.name quando si naviga tra siti web e più precisamente solo se il collegamento su cui si fa clic non apre una finestra pop-up.

Quindi, se sei un utente Firefox e vuoi beneficiare di questa nuova funzionalità basterà semplicemente aggiornare alla versione 88.
Mentre se non sei ancora un utente Firefox, puoi scaricare l’ultima versione dal sito di Mozilla per iniziare a beneficiare di tutte le funzionalità introdotte da Firefox per proteggere la tua privacy.