Il Magnifico 7: il numero della nuova versione di LibreOffice

Il Magnifico 7: il numero della nuova versione di LibreOffice

Il progetto LibreOffice annuncia la disponibilità di LibreOffice 7.0, una nuova release che fornisce delle importanti novità: supporto per OpenDocument Format (ODF) 1.3; motore grafico Skia e accelerazione basata su GPU Vulkan per migliori prestazioni; e compatibilità accuratamente migliorata con i file DOCX, XLSX e PPTX.

• Supporto per ODF 1.3. OpenDocument, il formato nativo standard e aperto per i documenti d’ufficio, è stato recentemente aggiornato alla versione 1.3 come specifica del Comitato Tecnico OASIS. Le novità più importanti sono le firme digitali per i documenti e la crittografia basata su OpenPGP dei documenti XML, con miglioramenti in aree quali il tracciamento delle modifiche e ulteriori dettagli nella descrizione degli elementi nelle prime pagine, nel testo, nei numeri e nei grafici. Lo sviluppo delle funzionalità di ODF 1.3 è stato finanziato con donazioni a The Document Foundation.
• Motore grafico Skia e accelerazione basata su GPU Vulkan. Il motore grafico Skia è stato implementato grazie alla sponsorizzazione di AMD, ed è ora il default su Windows, per prestazioni più veloci. Skia è una libreria grafica 2D open source che fornisce API comuni che funzionano su una varietà di piattaforme hardware e software, e può essere utilizzata per generare testi, forme e immagini. Vulkan è un’API di nuova generazione per la grafica e il calcolo, con gestione efficiente e multipiattaforma delle moderne GPU.
• Migliore compatibilità con i file DOCX, XLSX e PPTX. DOCX ora salva in modalità nativa 2013/2016/2019, invece della modalità di compatibilità 2007, per migliorare l’interoperabilità con più versioni di MS Office, in base allo stesso approccio di Microsoft. L’esportazione in file XLSX con nomi di fogli più lunghi di 31 caratteri è ora possibile, insieme all’esportazione delle caselle di controllo in XLSX. Infine, ci sono stati miglioramenti al filtro di importazione/esportazione PPTX.

LibreOffice offre il più alto livello di compatibilità nell’ambito delle suite per ufficio, a partire dal supporto nativo per il formato OpenDocument Format (ODF) – con migliori caratteristiche di sicurezza e interoperabilità rispetto ai formati proprietari – fino al supporto quasi perfetto per i file DOCX, XLSX e PPTX. Inoltre, LibreOffice include filtri per molti formati di documenti legacy, e come tale è il miglior strumento di interoperabilità sul mercato.

Nuove funzionalità

(un elenco più completo delle nuove funzionalità di LibreOffice 7.0 è disponibile nella pagina wiki delle Note di rilascio)

GENERALE

• Nuovo tema di icone, predefinito per macOS: Sukapura
• Nuove gallerie di forme: frecce, diagrammi, icone e altro ancora…
• Nuovi effetti di luminosità per gli oggetti

WRITER

• Navigator è più facile da usare, con più menu contestuali
• Viene supportato il testo semitrasparente
• I segnalibri possono essere visualizzati in-line nel testo
• Nuove opzioni di numerazione per le liste, per coerenza
• Migliore gestione delle virgolette e degli apostrofi

CALC

• Nuove funzioni per la generazione di numeri casuali non volatili
• Aggiunta di una scorciatoia da tastiera per autosum

IMPRESS & DRAW

• Anche qui è supportato il testo semitrasparente
• I pedici ritornano ora al valore predefinito dell’8%
• È possibile generare PDF di dimensioni superiori a 500 cm

Tecnologia LibreOffice

Le nuove funzionalità di LibreOffice 7.0 sono state sviluppate da una vasta comunità di sviluppatori: il 74% dei contributi arriva da sviluppatori impiegati da aziende che fanno parte dell’Advisory Board, come Collabora, Red Hat e CIB, e da altre organizzazioni, e il 26% da singoli volontari.

Inoltre, esiste una comunità globale di volontari che si occupa di attività fondamentali, come la qualità, la localizzazione del software, la progettazione dell’interfaccia utente e l’esperienza utente, i contenuti della guida e della documentazione, e promuove il software libero e gli standard documentali aperti.

Un video che riassume le principali novità di LibreOffice 7.0 è disponibile su YouTube: https://www.youtube.com/watch?v=XusjjbBm81s, e anche su PeerTube: https://tdf.io/lo70peertube 

I prodotti basati sulla tecnologia LibreOffice sono disponibili per tutti i principali sistemi operativi desktop (Windows, macOS, Linux e ChromeOS), per il cloud e per le piattaforme mobili. Sono rilasciati da The Document Foundation e da aziende dell’ecosistema che contribuiscono allo sviluppo del software.

LibreOffice per gli utenti finali

LibreOffice 7.0 rappresenta lo stato dell’arte in termini di funzionalità per le suite da ufficio open source, ed è rivolto agli appassionati di tecnologia, agli early adopter e ai power user. La Document Foundation non fornisce alcun supporto tecnico agli utenti, anche se essi possono ottenere aiuto da altri utenti sulle mailing list e sul sito web Ask LibreOffice: https://ask.libreoffice.org 

Per gli utenti che hanno come obiettivo principale la produttività, e quindi preferiscono una release che ha subito più test e correzioni di bug rispetto alle nuove funzionalità, la Document Foundation mantiene la famiglia LibreOffice 6.4, testata da un maggior numero di utenti. La versione attuale è LibreOffice 6.4.5.

LibreOffice per il Business

Per le implementazioni di classe enterprise, TDF raccomanda le versioni di LibreOffice rilasciate da uno dei partner dell’ecosistema, con supporto a lungo termine, assistenza dedicata, nuove funzionalità personalizzate e altri vantaggi, tra cui SLA (Service Level Agreement): https://www.libreoffice.org/download/libreoffice-in-business/. Il lavoro svolto dai partner dell’ecosistema è parte integrante della LibreOffice Technology.

Per le migrazioni dalle suite per ufficio proprietarie, è importante che il supporto professionale venga fornito da professionisti certificati che forniscono servizi a valore aggiunto che estendono la portata della comunità al mondo aziendale e offrono ai CIO e ai manager IT una soluzione in linea con le offerte proprietarie. La pagina di riferimento è: https://www.libreoffice.org/get-help/professional-support/.

Infatti, LibreOffice – grazie alla maturità del codice, al numero delle funzionalità, al supporto degli standard aperti, all’eccellente compatibilità, e alle opzioni di supporto a lungo termine da parte di partner certificati – rappresenta la soluzione ideale per le aziende che vogliono riacquistare il controllo dei propri dati e liberarsi dal vendor lock-in.

Disponibilità di LibreOffice 7.0

LibreOffice 7.0 è immediatamente disponibile al seguente link: https://www.libreoffice.org/download/. I requisiti minimi per i sistemi operativi proprietari sono Microsoft Windows 7 SP1 e Apple macOS 10.12. Le build dell’ultimo codice sorgente di LibreOffice Online sono disponibili come immagini Docker da TDF: https://hub.docker.com/r/libreoffice/online/ 

I prodotti basati su LibreOffice Technology per Android e iOS sono elencati qui: https://www.libreoffice.org/download/android-and-ios/, mentre per gli App Store e ChromeOS sono elencati qui: https://www.libreoffice.org/download/libreoffice-from-microsoft-and-mac-app-stores/ 

Gli utenti di LibreOffice, i sostenitori del software libero e i membri della comunità possono sostenere la Document Foundation con una donazione all’indirizzo https://www.libreoffice.org/donate 

LibreOffice 7.0 è costruito con le librerie di conversione dei documenti del Document Liberation Project: https://www.documentliberation.org 

Il Magnifico 7: il numero della nuova versione di LibreOffice